Indice dei Contenuti

Quali sono gli alimenti che fanno bene ai denti? Esiste una stretta correlazione tra la nostra dieta quotidiana e la salute dei denti. Infatti, mangiare in modo scorretto può generare carie e patologie gengivali di diversa gravità, fino ad arrivare alla perdita dei denti. Per questo motivo, scopriamo quali sono gli alimenti giusti per avere denti più sani.

Alimenti che fanno bene ai denti: scopriamo quali

Ogni volta che mangiamo, dobbiamo ricordare che il cibo espone la dentatura a ripetute minacce. A tal proposito, gli alimenti possono essere distinti in: cariogeni ( aumentano il rischio carie), cariostatici ( non hanno effetto diretto sulle carie) e anticariogeni ( contrastano la formazione delle carie).  Inoltre, alcuni cibi più di altri, infatti, sono utili per rimineralizzare i denti. Scopriamo quali:

  • Mandorle e frutta secca

Le mandorle e la frutta secca in genere, sono tra i cibi migliori per preservare la salute dei denti, poiché sono ricche di calcio, fosforo, potassio, magnesio e zinco. Questi elementi rafforzano e proteggono lo smalto dei denti.

  • Frutta ( in particolare mele, fragole e kiwi) 

La frutta( soprattutto le mele) è un alimento ricco di acqua e fibre che, contrastano l’acidità del cavo orale, rimuovono i residui di cibo e possono apportare minerali preziosi come il calcio e il fluoro. Fragole e Kiwi  risultano ricche di vitamina C ed aiutano ad eliminare eventuali macchie presenti sui denti, che siano state causate da bevande come il caffè o il vino.

  • Verdure fibrose e crude 

Come ad esempio carote, lattuga, peperoni e finocchi. Quest’ultimi, sono ricchi di acqua e aiutano la produzione di saliva. La loro croccantezza contribuisce alla pulizia degli spazi interdentali e all’eliminazione dei batteri dalla bocca.

In generale, è importante inserire nella propria alimentazione cibi ad alto contenuto di fluoro ( come il tè), calcio, fosforo, vitamina C e vitamina A ( fondamentale per lo smalto) e con proprietà antibatteriche (come la cipolla o l’aglio e mirtilli masticati crudi).

Colore dei denti e alimentazione

Una persona con un’ottima igiene orale può ritrovarsi con fastidiose macchie gialle sui denti, dovute ai pigmenti contenuti in alcuni alimenti e bibite colorate che aderiscono agli strati superficiali della placca e modificano la pigmentazione del dente.

Similmente, anche il tabacco da masticare e il fumo di sigaretta, possono favorire un progressivo ingiallimento della superficie del dente. Nello specifico ecco quali sono gli alimenti tendono ad aderire alla placca batterica dentale:

  • Caffè, vino rosso e succhi di frutta di colorazione scura: essendo lo smalto un materiale poroso, di conseguenza qualsiasi tipo di bevanda di color scuro viene assorbita e può rischiare di ingiallire i denti;
  • Coca Cola e bibite gassate: l’acido e i cromogeni presenti in queste bevande possono comportare un grave scolorimento dei denti;
  • Ghiaccioli, granite e caramelle: se questi alimenti riescono a far cambiare colore alla nostra lingua, di conseguenza succederà anche per i nostri denti;
  • Frutti di bosco: mirtilli, ciliegie, melograni, more e tutti i frutti dai colori intensi pigmentano lo smalto dentale (come i succhi di frutta).

Igienista Dentale. Laureata in Igiene Dentale presso l’università La Sapienza di Roma con la votazione di 110 e lode. Attività di Tirocinio da gennaio 2015 presso il reparto di ortognatodonzia del Policlinico Umberto I di Roma e presso lo Studio dentistico Mazzei & Partners dall’aprile 2011. Ha partecipato a numerosi corsi e congressi in materia di Igiene Orale come Igienista Dentale. Associata AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani) ed UNID (Unione Nazionale Igienisti Dentali) dal 2015 in qualità di socio ordinario. Ha conseguito il diploma di master “Tecnologie avanzate nelle scienze di igiene orale”, presso l’università “La Sapienza” di Roma con la votazione di 110 e lode. Iscritta all’albo degli igienisti dentali presso l’ordine di Roma.

Torna in alto