Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Ascesso dentale: che cos’è e come si cura



INDICE

  1. Ascesso dentale parodontale e periapicale 
  2. Ascesso dentale: le cause
  3. Ascesso dentale sintomi
  4. Ascesso dentale e gonfiore guancia quanto dura
  5. Rimedi per l’ascesso dentale
  6. Cosa farà il dentista per curare l’ascesso dentale?
  7. Prevenire l’ascesso dentale: qualche consiglio
  8. L’ascesso nei denti del giudizio
  9. L’ascesso dentale nei bambini
  10. Rimedi per alleviare l’ascesso dentale nei bambini
  11. L’utilizzo dell’antibiotico per ascesso dentale

Se state avvertendo dolore ai denti e gonfiore alla guancia, probabilmente state avendo un ascesso dentale.

Il rigonfiamento della guancia e il disturbo che avvertite derivano da un accumulo di pus, una sostanza dal colore giallo, composta da batteri, globuli bianchi, plasma che è il risultato della presenza di un’infezione batterica che ha colpito il dente.

Sono molte le persone che oggi soffrono dell’Ascesso dentale: che cos’è e come si cura.

1) Ascesso dentale parodontale e periapicale 

L’ascesso viene generato dall’accumulo di pus che va a depositarsi sulla gengiva e sulla polpa andando a provocare dolore al dente. Esistono due tipi di ascesso: parodontale e periapicale:

  • Ascesso dentale parodontale o gengivale è caratterizzato da un’infezione che si genera nelle gengive e nell’osso alveolare.
  • Ascesso dentale periapicale: genera un’infezione nella polpa dentale che porta ad una necrosi del tessuto pulpare ed è solita soprattutto nei pazienti che soffrono di carie. Le carie infatti vanno a distruggere prima lo smalto e poi la polpa del dente che in risposta all’organismo va a generare il pus.

L’ascesso dentale inizia con un gonfiore alla guancia dovuto alla formazione di una fistola, un canale dal quale va a fuoriuscire il pus.

2) Ascesso dentale: le cause

Come anticipato precedentemente una delle cause dell’ascesso dentale è la presenza di batteri che vanno ad agire sulla polpa del dente già danneggiata. In questo modo l’ascesso si presenta come una reazione all’infezione batterica generata. 

Tra le altre cause ci sono:

  • scarsa pulizia del cavo orale: la sensazione di irritazione è dovuta alle cattive abitudini di igiene orale che determinano residui di cibo e vanno a provocare un accumulo di batteri sotto la gengiva e dell’osso;
  • la crescita del dente del giudizio;
  • il diabete;
  • le malattie del reflusso gastroefasogeo;
  • devitalizzazione del dente non riuscita correttamente;
  • presenza di carie;
  • dente fratturato;
  • parodontite o gengivite;
  • fumo e alcool;
  • chemioterapia;
  • utilizzo di cortisone.

3) Ascesso dentale sintomi

 Uno dei sintomi dell’ascesso dentale è il gonfiore alle guance che porta un forte dolore ed una condizione di malessere generale a tutto l’organismo. Tra i sintomi ci sono:

  • Forte mal di denti che rende difficile non solo masticare alimenti ma anche parlare. L’ipersensibilità dentinale raggiunge livelli alti proprio perché il dolore tende ad aumentare se il dente entra a contatto con alimenti troppo caldi o troppo freddi;
  • Gonfiore, arrossamento e talvolta sanguinamento delle gengive;
  • Gonfiore alle guance o ai linfonodi del collo;
  • Alitosi;
  • Spasmo muscolare;
  • Febbre.

4) Ascesso dentale e gonfiore guancia quanto dura

La durata dell’ascesso dentale che comporta gonfiore alla guancia ha una durata variabile e dipende sicuramente dalla terapia odontoiatrica e dall’effetto degli antibiotici. L’ibubrofene ed altri tipi di antidolorifici ovviamente contribuiscono ad attutire il dolore.

5) Rimedi per l’ascesso dentale

 Nel momento in cui ci rendiamo conto di avere un ascesso dentale, la prima cosa da fare è quella di prenotare una visita dentistica. In questo modo, il dentista avvierà la cura odontoiatria per curare l’ascesso e prescriverà l’antibiotico per sconfiggere l’infezione batterica generatasi.

6) Cosa farà il dentista per curare l’ascesso dentale?

Il dentista, una volta individuato il problema, farà in modo di far fuoriuscire il pus che si è creato all’interno del dente, dopo aver pulito tutta la zona circostante.

Se l’infezione è molto estesa, il dentista creerà un buchetto all’interno del dente per permettere la fuoriuscita del pus. Dopo effettuerà la devitalizzazione e l’otturazione del dente. Nei casi peggiori, quando l’infezione è molto avanzata, è necessario provvedere alla sua rimozione, applicando quindi una protesi.

Prescrive un antibiotico per curare l’infezione, soprattutto se l’ascesso è stato provocato da malattia paradontale o gengivite.

7) Prevenire l’ascesso dentale: qualche consiglio

Ci sono degli accorgimenti utili per prevenire l’ascesso dentale, legati soprattutto alle corrette abitudini di igiene orale:

  • Lavare i denti quotidianamente per almeno 2 minuti;
  • fare sciacqui con collutori per attutire il dolore;
  • utilizzare spazzolino a setole morbide ed acqua tiepida
  • utilizzare scovolino e filo interdentale;
  • mettere del ghiaccio sulla zona per attutire il dolore;
  • non mangiare cibi troppo caldi o freddi;

8) L’ascesso nei denti del giudizio

Molto spesso i denti del giudizio sono soggetti ad ascesso dentale periapicale. La frequenza di ascesso nei denti del giudizio è molto alta. Ciò dipende anche dalla loro posizione, infatti, trovandosi in fondo ad arcate dentarie sono difficili da pulire correttamente.

Di conseguenza, rispetto ad altri denti, si crea più facilmente l’accumulo di pus e di sostanze batteriche.

L’ascesso riguardante i denti del giudizio può essere molto doloroso, i sintomi sono:

  • forte difficoltà nell’apertura della bocca e nel deglutire;
  • gonfiore alle guance e ai linfonodi del collo;
  • alitosi;
  • malessere generale in tutto l’organismo che può causare anche un innalzamento della temperatura corporea

9) L’ascesso dentale nei bambini

 L’ascesso dentale periapicale può riguardare anche i bambini provocando infezione al dente dovuta a delle carie non curate. 

I sintomi dell’ascesso dentale nei bambini sono gli stessi che si presentano negli adulti:

  • forte dolore ai denti;
  • gonfiore, arrossamento e sanguinamento delle gengive;
  • difficoltà a deglutire
  • stati febbrili e condizioni di malessere generale in tutto il corpo

10) Rimedi per alleviare l’ascesso dentale nei bambini

Ancora una volta uno dei rimedi fondamentali per l’ascesso dentale nei bambini è la prevenzione e le corrette abitudini di igiene orale. Educare i bambini sin da piccoli all’utilizzo dello spazzolino, del dentifricio, al corretto spazzolamento dei denti è fondamentale per prevenire infezioni e gravi conseguenze nel medio lungo termine. Ecco alcuni accorgimenti che potete adottare voi genitori per alleviare il dolore:

  • posizionate più cuscini sotto la testa del vostro bambino;
  • utilizzate dell’acqua tiepida per gli sciacqui in modo da disinfettare la parte dolorante;
  • effettuate impacchi di camomilla e malva e poggiatelli sulle guance arrossate per alleviare il dolore.

 Una volta presentati i sintomi dell’ascesso dentale nei bambini, è necessario prenotare una visita dentistica: l’odontoiatra saprà consigliare il percorso e la cura antibiotica più adatta.

11) L’utilizzo dell’antibiotico per ascesso dentale

 Come anticipato precedentemente per curare l’ascesso dentale è necessario l’assunzione di antibiotici i quali sono in grado di attaccare i batteri presenti nel cavo orale e di ucciderli. 

Una volta diagnosticato l’ascesso dentale, il vostro dentista di fiducia può decidere prescrive una terapia antibiotica al paziente. L’Amoxicillina è di solito uno degli antibiotici più prescritti dai dentisti per curare l’ascesso dentale oppure si ricorre a farmaci i cui principi attivi contengono Claritromicina o la Piperacillina sodica.

Giovanni Mazzei, Laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso la Prima Università degli Studi di Roma con 110/110 e la lode. Esercita l’Attività Libero-Professionale nel proprio Studio in Roma dal 1991. Diplomi di Perfezionamento Post-Universitario (oggi Master) in: Pedodonzia, Implantologia, Malformazioni Cranio-Maxillo-Facciali, Educazione Sanitaria ed Etica Professionale, Ortodontia Bioprogressiva, Chirurgia Orale. Ha frequentato -e in questi poi sempre collaborato in veste di Tutor – diversi studi privati gestiti da Docenti Universitari italiani e stranieri in Roma, Napoli, Ferrara, Modena, Londra, Timisoara, Minsk, Detroit, Pittsburgh, Pechino, Shangai e Città del Messico. Giovanni Mazzei è anche un Giornalista Pubblicista dal 2008, un Imprenditore Turistico dal 1999, del Food e del Wedding e di Eventi Musicali dal 2011. E’ un Agricoltore da sempre. Dal 2010 un dedito e felice Papà.