Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Studi Mazzei & Partners

Carie nei bambini: tutto su come curare i denti da latte



La carie nei bambini è una patologia piuttosto comune, che spesso convince i genitori a portare i loro figli da uno specialista per risolvere il problema ed eliminare il dolore. Data la poca attenzione che spesso i più piccoli riservano all’igiene orale, è abbastanza facile che a cariarsi siano i denti da latte, sottoposti ad un continuo contatto con gli zuccheri veicolati dal biberon già da quando il bambino è molto piccolo. Spesso i genitori pensano erroneamente che i denti da latte non vadano curati, perché destinati a cadere nei primi anni di vita dei figli, ma si tratta assolutamente di una convinzione sbagliata, perché la carie nei bambini deve sempre essere curata.

 

Carie nei bambini: come riconoscerla

 

Riconoscere una carie nei bambini è piuttosto facile, dato che assomiglia – in tutto e per tutto – a quella degli adulti. Se quindi hanno in comune la forte sensazione di dolore, la differenza risiede nel fatto che il processo carioso è più rapido nei soggetti più piccoli, dato che i denti decidui sono caratterizzati da uno smalto meno mineralizzato e più facilmente attaccabile dai batteri, il che permette all’infezione di raggiungere più velocemente la camera pulpare. In linea di massima, l’inizio di una carie è segnalato dalla comparsa di una riga di colore leggermente più chiaro verso la base del dente, chiaro indizio dell’inizio del processo di demineralizzazione dello smalto. Diventa allora di fondamentale importanza rivolgersi ad un dentista per bambini, al fine di evitare la perdita precoce dei denti da latte o la compromissione della corretta eruzione dei denti permanenti.

 

Carie nei bambini: come si cura

 

Una volta chiarita la presenza di una carie nei bambini, generalmente segnalata da un fastidio e da un dolore non indifferenti, spetta al dentista cercare di curare al meglio il problema per riuscire al salvare il dente da latte attaccato dai batteri e dal processo carioso. Tendenzialmente, se riuscite ad accorgervi del problema in breve tempo, il dente deciduo viene trattato dal dentista rimuovendo il tessuto cariato e procedendo con un’otturazione, proprio come succede per gli adulti. Nel caso in cui l’infezione sia riuscita a raggiungere la polpa del dente, lo specialista deve pensare all’eventualità di una devitalizzazione o di un’estrazione. In quest’ultimo caso, si può pensare all’applicazione di mantenitori di spazio per evitare che i denti vicini vadano ad occupare il posto lasciato libero, crescendo storti e/o creando addirittura problemi di malocclusione.