Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Studi Mazzei & Partners

Cos’è la gnatologia? Scopriamo quello che c’è da sapere



Cos’è la gnatologia? È una branca dell’odontoiatria che si occupa dello studio e della cura delle patologie a carico delle articolazioni della bocca e di tutti gli organi ad esso connesse. Il suo scopo è di ripristinare la corretta relazione tra le ossa mascellari. Ad esempio: difficoltà di apertura e chiusura della bocca, bruxismo, incoordinazione della mandibola e tanto altro. Scopriamo nel dettaglio tutte le caratteristiche di questa disciplina.

 

Cos’è la gnatologia e di cosa si occupa

 

La gnatologia si occupa di studiare e ripristinare il corretto equilibrio tra le due arcate dentali, i muscoli mandibolari e le ossa cranio-mandibolari. L’alterato equilibrio tra questi elementi, infatti, può essere primariamente causa di disturbi, tra i quali:

  • Dolori al viso e al collo
  • Mal di testa da occlusione
  • Incoordinazione o blocco della mandibola
  • Vertigini o senso d’instabilità
  • Dolori alla mascella e disordini durante l’apertura o la chiusura della bocca.

Uno dei maggiori problemi causati da un malfunzionamento della mandibola e, di conseguenza, da una sbagliata masticazione è il Bruxismo (dal greco brýcho, “digrigno i denti”)Quest’ultimo consiste  in uno sfregamento associato a un serramento, involontario e violento, dei denti delle due arcate (inferiore e superiore). Inoltre, l’azione di digrignamento dei denti, se non trattata,  può causare microfratture anche a livello di eventuali impianti, otturazioni e ricostruzioni installati nel corso della nostra storia clinica odontoiatrica. Nei casi più gravi, il bruxismo notturno e diurno può addirittura compromettere le articolazioni mandibolari e il loro normale funzionamento. Per queste ragioni diventa fondamentale una visita gnatologica per prevenire possibili complicanze future e per trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Altri due casi in cui entra in gioco la gnatologia riguardano: il blocco della mandibola e il morso incrociato. La prima genera difficoltà ad aprire la bocca per un blocco del meccanismo condilo-discale che permette, appunto, l’apertura e la chiusura della bocca stessa. Le cause sono sostanzialmente due: una malocclusione causata da estrazioni, oppure traumi quali il colpo della frusta d’incidenti stradali. Il morso incrociato, invece, si caratterizza da un’asimmetria delle due arcate dentarie che non combaciano e costringono la mandibola a posizionarsi lateralmente per chiudere bene i denti.

 

Il Bite in gnatologia

cos'è la gnatologia

In Gnatologia il termine Bite si utilizza per indicare un apparecchio mobile trasparente, realizzato su misura e sotto prescrizione dell’odontoiatra, in base alle impronte dei denti di ogni paziente. Il suo scopo è di portare la mandibola nella posizione corretta, permette di non digrignare o serrare i denti durante la notte, corregge la postura e di risolvere cefalee e dolori al rachide.

Nello specifico viene utilizzato nei casi di bruxismo notturno per proteggere lo smalto dai traumi di sfregamento e ristabilire il corretto allineamento delle due arcate dentali (inferiore e superiore). Esistono tre tipologie di Bite:

 

  • Personalizzati: realizzati su misura dal Dentista, dopo aver preso l’impronta e aver diagnosticato il problema
  • Automodellanti: mascherine termoplastiche in resina che si adattano alla propria impronta dentale
  • Preformati: placche in resina con una conformazione standard.

Esiste, inoltre, un’altra tipologia di Bite che ha una funzione ortopedica (bite ortotico). Questo tipo di placca permette di riposizionare la mandibola nella sua corretta posizione, oltre a decontrarre la muscolatura. Viene utilizzato per correggere le dislocazioni mandibolari ed è realizzato su misura. Per capire quale tipologia è quella giusta, il gnatologo dovrà raccogliere tutti i dati del paziente, tramite opportune valutazioni ed eventuali esami diagnostici di approfondimento, necessari per valutare lo stato dei movimenti mandibolari e della funzionalità articolare.