Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Denti da latte: tutto quello che c’è da sapere



Conosci tutto quello che c’è da sapere sui denti da latte? In realtà la loro crescita è differente per ogni bambino ma, in linea generale, comprendono per ciascuna arcata, quattro incisivi (di cui due centrali e due laterali), due canini e quattro molari, per un totale di dieci denti. Scopriamo nel dettaglio: quando spuntano, come crescono e come prendersene cura.

 

La dentizione del neonato

 

denti da latteLa sequenza eruttiva dei denti da latte copre un arco di tempo abbastanza variabile, che si aggira tra i 6 ai 30 mesi della vita di ogni bambino. In particolare, tra il sesto e il dodicesimo mese, spuntano gli otto incisivi centrali e laterali. A partire dal primo anno di vita fino al diciottesimo mese, invece, si passa ai primi quattro molari. Da qui fino ai due anni, spuntano i quattro canini, mentre tra il ventiquattresimo e il trentesimo mese spuntano i secondi quattro molari.  Vediamo di preciso quando nascono i primi denti da latte:

  • 6-8 mesi incisivi centrali inferiori
  • 9-11 mesi incisivi centrali superiori
  • 12-15 mesi incisivi laterali superiori ed inferiori
  • 16-18 mesi primi molari superiori ed inferiori
  • 20-22 mesi canini superiori ed inferiori
  • 24-30 mesi secondi molari superiori ed inferiori

I sintomi della dentizione variano in base ad ogni bambino. Alcuni manifestano un lieve fastidio, mentre altri accusano un dolore molto intenso. In generale ecco quali sono i sintomi più comuni: salivazione eccessiva, irritabilità, rifiuto di mangiare e tosse. La caduta di questi dentini avviene di norma intorno all’età di 6 anni per far spazio ai denti permanenti, questo passaggio dalla caduta dei denti  comprende una fase mista, in cui saranno presenti entrambi, che copre il periodo dai 6 ai 12 anni.

 

Pulire i denti da latte 

 

Come pulire i denti da latte? Nella fase iniziale della dentizione, basterà utilizzare una garza di cotone umida e passarla sui dentini, sulle gengive e sulla lingua, per eliminare dalla bocca i residui di latte che possono depositarsi sui denti. Quando cominciano a spuntare i primi denti, invece, è importante scegliere lo spazzolino giusto:  con setole morbide, testina piccola e un manico abbastanza lungo, per facilitare la pulizia in tutto il cavo orale del bambino.

 

Una scarsa igiene orale e il continuo contatto con gli zuccheri veicolati dal biberon, può portare alla formazione di carie, già da quando il bambino è molto piccolo. Questo perché, i denti da latte sono caratterizzati da uno smalto meno mineralizzato e più facilmente attaccabile dai batteri, il che permette all’infezione di raggiungere più velocemente la camera pulpare. Una volta chiarita la presenza di una carie (generalmente segnalata da un fastidio e da un dolore non indifferenti), sarà il dentista per bambini a cercare di curare al meglio il problema, per riuscire a salvare il dente da latte attaccato dai batteri.

 

Prima visita dal dentista per bambini

 

 

La prima visita dal dentista per bambini permette di diagnosticare problematiche come: carie, alterazioni della formazione dello smalto, presenza di elementi dentari in eccesso o in difetto. In assenza di problematiche rilevanti è consigliabile recarsi dal dentista al termine dell’eruzione di tutti i denti decidui (24-30 mesi) e di effettuare controlli periodici ogni ogni 6 -12 mesi, al fine di salvaguardare lo stato di salute orale nel paziente anche in età evolutiva. La prima visita sarà utile anche per i genitori, che potranno chiedere allo specialista, tutte le informazioni necessarie per la crescita del proprio bambino:

  • Come spazzolare i denti e quale dentifricio utilizzare
  • Le corrette regole d’igiene orale ed alimentare
  • Quando avviene la caduta dei denti da latte
  • Come prevenire eventuali patologie e problemi ai denti

 

Un dentista per bambini avrà un approccio diverso con i pazienti più piccoli. La sua esperienza e professionalità saranno aspetti fondamentali per aiutare il bambino a sentirsi sereno per tutta la durata della visita. È fondamentale, infatti, instaurare un rapporto di fiducia tra paziente e dottore, così da evitare possibili traumi futuri.







2019, Gennaio 8

La retrazione gengivale: ...

La retrazione gengivale si verifica quando la gengiva si sposta o si riduce,...

2019, Gennaio 8

Scopriamo tre curiosità ...

Scopriamo tre curiosità sui nostri denti: Smalto: il tessuto più duro...