Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Denti sensibili: cause e rimedi più efficaci per risolvere il problema



I denti sensibili rappresentano una condizione comune per molte persone. L’ipersensibilità arriva quando la dentina, struttura portante del dente, che di solito è protetta da smalto e gengive, rimane scoperta. Questa esposizione comporta una sensazione di fastidio quando si assumono liquidi, cibi freddi o molto caldi.

Nei casi più gravi, invece, il dolore può manifestarsi anche per il contatto con sostanze agrodolci, per sollecitazioni tattili o  per la sola aria inspirata dalla bocca. Per fortuna, esistono diversi rimedi e abitudini quotidiane per prevenire e curare i denti sensibili, scopriamo quali.

 

Le cause principali dei denti sensibili

 

L’ipersensibilità dentinale si manifesta quando la dentina perde il suo naturale rivestimento protettivo. Questo è composto dallo smalto e dalla base delle gengive, ed entra in contatto con l’ambiente orale. Ma quali sono le cause che determinano l’esposizione della dentina? Queste possono derivare da diversi fattori e abitudini errate, le principali sono:

  1. Eccessivo consumo di cibi e bevande acide: la nostra saliva naturalmente dovrebbe essere alcalina ed evitare l’erosione dello smalto dei denti, tra un pasto e l’altro. Quando la saliva diventa più acida, invece, permette ai batteri di moltiplicarsi e di produrre altri acidi, che vanno a intaccare lo smalto. Gli alimenti con maggiore acidità sono: spremute di agrumi, frutta e succhi di frutta, agrumi e vino.
  2. Presenza di carie o di otturazioni infiltrate: la carie si forma quando gli zuccheri contenuti negli alimenti e nelle bevande reagiscono con i batteri presenti nella placca dentale. Questo processo comporta la formazione di acidi che possono gradualmente ammorbidire e dissolvere lo smalto e la dentina.
  3.  Scarsa igiene orale: utilizzare uno spazzolino troppo duro o spazzolare troppo energicamente i denti sono abitudini sbagliate, che possono comportare un infiammazione e retrazione delle gengive.

È molto importante riconoscere i sintomi dell’ipersensibilità dei propri denti, così da prevenire un peggioramento. Di solito si manifestano con un fastidio di breve durata ma molto intenso e pungente, che si avverte quando si assumono cibi e bevande eccessivamente calde o fredde.

 

Come combattere l‘ipersensibilità dentinale

 

Per risolvere il problema dei denti sensibili esistono diversi accorgimenti da seguire. In caso di dolore acuto e costante è sempre meglio rivolgersi alle cure del proprio dentista. I rimedi più efficaci sono:

  • Usare dentifrici specifici: il nitrato di potassio o il fluoruro stannoso, aiutano a ridurre la sensibilità dei denti;
  • Evitare bevande acide, bibite gassate e succhi di frutta a base di agrumi;
  • Spazzolare delicatamente i denti e utilizzare il filo interdentale: come già accennato prima, spazzolare troppo energicamente i denti può portare alla corrosione dello smalto dentale e, di conseguenza, all’ipersensibilità dei denti.

Inoltre, molti elementi presenti in natura, come piante e oli essenziali, sono ottimi rimedi naturali per combattere il fastidio dei denti sensibili. Per esempio l’olio essenziale di chiodi di garofano e di cannella possiedono ottime proprietà antisettiche. Mentre l’olio di cocco, essendo un agente antibatterico naturale, aiuta a ridurre la placca presente sui denti e, di conseguenza, l’ipersensibilità dentale.







2018, dicembre 7

Cos’è il tartaro? ...

Cos'è il tartaro? È l'insieme di cellule morte e residui di cibo che si depositano sui nostri...

2018, dicembre 4

La carie dentale...

La carie dentale è un'infezione a decorso estremamente lento, innescata dall'attacco di alcuni...