Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Studi Mazzei & Collaboratori

Dentista per bambini

L’odontoiatria pediatrica, o pedodonzia, è quella branca dell”odontoiatria che comprende sostanzialmente tutte le pratiche del dentista per bambini, che si occupa della salute orale di soggetti tra i 5 e i 15 anni circa.

 

Tutti i servizi del nostro dentista per bambini

 

All’interno del nostro studio, il dentista per bambini si occupa di curare diverse patologie attraverso una serie di interventi vari:

 

  • Sindrome da biberon
    Si tratta di una patologia che deriva da uno scorretto uso del biberon. Alcune abitudini, quali ad esempio lasciare che il bambino si addormenti col biberon succhiando latte o altre sostanze zuccherine, oppure lasciarlo per ore col ciucciotto imbevuto di sostanze cariogene, sono fortemente sconsigliate in quanto provocano spesso la formazione di carie che, nei denti decidui, si estenderanno velocemente fino a rovinarli, con conseguenti dolorosi ascessi e la necessità di estrarre gli elementi nei casi più estremi. Si consiglia dunque, prima di dormire, di introdurre solo acqua nel biberon, evitando liquidi zuccherati

 

  • Sedazione cosciente
    La sedazione cosciente è oramai una pratica sicura ed efficace che permette di superare il timore e lo stress del paziente, consentendo all’operatore di lavorare con tranquillità grazie a un paziente collaborativo e perfettamente a suo agio.
    La sedazione cosciente viene effettuata con una miscela di ossigeno e protossido d’azoto, che non risulta in alcun modo irritante nè tossico, ma non provoca inoltre allergie e viene eliminato dall’organismo semplicemente attraverso la respirazione. L’azione del protossido d’azoto permette di desensibilizzare le mucose orali, innalzare la soglia del dolore, minimizzando così anche la percezione del paziente del trascorrere del tempo. Proprio per questo, ci sembra essere una tecnica adatta alla pratica di un dentista per bambini e al trattamento di pazienti con disabilità: il bambino respira da una mascherina nasale, rimane sempre cosciente, apre o chiude la bocca ed esegue tutte le richieste del dentista. La seduta avviene così senza più paura, stress o altre emozioni negative che posso altrimenti traumatizzare il piccolo paziente.

 

  • Fluoroprofilassi
    Il fluoro è un elemento essenziale che serve a prevenire la carie sia durante lo sviluppo dei denti che dopo la loro completa eruzione: ha un’elevata capacità di inibizione dell’attività batterica nella placca dentale e inoltre riduce la demineralizzazione dello smalto, favorendone invece la  rimineralizzazione. La fluoroprofilassi permette al paziente di crescere con denti sani e viene effettuata con applicazione di un particolare gel 2 volte l’anno. L’applicazione di tale composto va fatta esclusivamente dal dentista per bambini, l’ unico in grado di valutare la corretta percentuale di fluoro da utilizzare.

 

  • Mantenitore di spazio fisso
    La causa più frequente di perdita dei denti decidui è la patologia cariosa estesa, che molto spesso comporta l’estrazione del deciduo stesso, a volte anche quando il dente permanente sottostante non è ancora erotto. Una mancanza di elementi decidui, persi precocemente, comporta poi lo spostamento degli elementi contigui con chiusura dello spazio residuo e l’estrusione dell’elemento antagonista. Per impedire questo fenomeno e minimizzare i bisogni di un ulteriore trattamento ortodontico, si realizza un mantenitore di spazio: tali dispositivi  sono generalmente costruiti con fili di metallo, ancorati ai denti con banda o corone cementate, a cui possono essere aggiunti elementi in resina per l’ottenimento di un miglior risultato estetico.

 

  • Sigillatura
    I primi molari permanenti sono i denti che si cariano più facilmente, essendo gli elementi che fanno la loro comparsa a un’età in cui spesso le manovre d’igiene orale sono insufficienti. Le loro superfici masticatorie hanno profondi solchi al cui interno la placca batterica può infiltrarsi e provocare gravi lesioni cariose. La strategia difensiva consiste nel proteggere dalla carie i solchi dei primi molari permanenti intorno ai 6 anni, facendovi aderire una speciale resina chiamata “Il sigillante”, in modo tale da proteggere i denti creando una superficie facilmente spazzolabile per i bambini, rimuovendo tutte le retentività in cui si potevano facilmente annidare i residui alimentari e poi i germi cariogeni Questa manovra può essere utilizzata in tutti i denti che hanno solchi profondi, e che dunque presentano un maggior rischio di cariarsi.

 

  • Malattie rare
    Esistono 7000 malattie rare, di cui il 65 % gravi e invalidanti. Quando c’è bisogno di cure dentali, si incontrano numerose problematiche, fra le quali l’insufficiente preparazione del dentista per bambini sia per la diagnosi che per i trattamenti particolari che richiedono i pazienti colpiti da tali patologie. Fino a oggi la Francia è l’unico paese ad aver adottato un Piano Nazionale per le Malattie Rare effettivo ed esteso. La dottoressa che si occupa di questi pazienti nel nostro studio appartiene al centro di riferimento francese di Strasburgo, dove l’insieme di competenze ospedaliere pluridisciplinari vengono organizzate grazie a squadre mediche specializzate. In effetti la loro assunzione in cura richiede una competenza che va oltre l’odontoiatria di base, e richiede una formazione sulla disciplina di cure specifiche e la conoscenza sia dell’approccio cognitivo-comportamentale che dei metodi di sedazione cosciente (come per esempio la sedazione mediante protossido d’azoto o midazolam) o non cosciente (cioè anestesia generale).