Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Erosione dentale: di cosa si tratta e come risolvere il problema



L’erosione dentale è un fenomeno che comporta il deterioramento dello smalto presente sui nostri denti e di conseguenza, la salute e l’estetica del nostro sorriso. È un problema comune a molte persone, in quanto deriva da cattive abitudini alimentari, da una sbagliata igiene dentale o da vere e proprie patologie. Per questo motivo, scopriamo come prevenire il problema e quali sono le soluzioni più efficaci per risolverlo.

 

Cos’è l’erosione dentale e le cause del fenomeno

 

Lo smalto è il tessuto più rigido e mineralizzato dell’organismo (96% da composti di calcio). Il suo compito è ricoprire la zona del dente esposta all’ambiente orale e proteggerla dall’usura e dall’attacco acido dei batteri cariogeni. Essendo un materiale privo di cellule vive, lo smalto non può rigenerarsi e può essere soggetto a processi di demineralizzazione o di erosione dentale. Come già accennato in precedenza, il fenomeno di erosione che attacca lo smalto dentale, comporta un lento deterioramento del tessuto che protegge i nostri denti.

 

Le cause principali dell’erosione dentale possono derivare da cattive abitudini dell’individuo come: alcool, fumo, consumo frequente di alimenti acidi come gli agrumi e i loro succhi (in quanto modificano il pH della bocca), nonché molte altre sostanze con cui i denti entrano quotidianamente in contatto. A queste si aggiungono anche cause meccaniche, come lo spazzolamento troppo intenso, la malocclusione dentale, problemi alla masticazione e il bruxismo. Inoltre, alcune  patologie come la malattia da reflusso gastroesofageo, le malattie ereditarie, una ridotta produzione di saliva e i problemi gastrointestinali sono altri fattori responsabili. C’è infine un’ultima causa, inevitabile, ovvero l’invecchiamento: con il passare degli anni lo smalto finisce per consumarsi. Per questo motivo, è fondamentale curare la propria igiene dentale e prestare attenzione alle proprie abitudini alimentari fino in età più giovane.

 

Riconoscere i sintomi e preservare la salute dei denti

 

L’erosione dentale è un fenomeno che può interessare tutte le età. Per questo motivo, è molto importante riconoscere i sintomi e prevenire il deterioramento dello smalto. La prima cosa da notare, riguarda il colore dei nostri denti. Infatti, quando lo smalto diventa più sottile del normale, i denti si mostrano ingialliti e ridimensionati. Nei casi più estremi, possono diventare quasi trasparenti. Quando il livello è meno riconoscibile, invece, ci sono delle caratteristiche che possono suggerire la presenza del disturbo: una maggiore sensibilità al caldo e al freddo ( denti sensibili), la tendenza a rotture e scheggiature, macchie visibili e rientranze sulla superficie dei denti.

 

erosione dentaleIn caso di uno o più di questi sintomi, è fondamentale recarsi dal proprio dentista di fiducia e attuare un piano d’azione. Innanzitutto per curare il problema, rallentando l’erosione dentale e migliorando la situazione dello smalto, si possono utilizzare dentifrici o collutori a base di fluoro, che rende la dentatura più forte e resistente alle sostanze acide.

Il fluoro presente nel dentifricio, una volta disciolto nella saliva, è in grado di fissarsi nello strato più esterno dello smalto sotto forma di cristalli di fluorapatite. Questi cristalli riforniscono lo smalto delle sostanze minerali necessarie e riducono i rischi del suo deterioramento.

Inoltre, anche se può sembrare banale, è importante modificare la propria alimentazione ed evitare prodotti zuccherati, amidacei e acidi: questi tendono a causare maggiormente la formazione di batteri, i quali finiscono per aggredire lo smalto, provocando il fenomeno dell’erosione dentale.

 

 Erosione dentale da reflusso gastroesofageo

 

Ci sono patologie, come ad esempio il reflusso gastroesofageo, che pur interessando lo stomaco, possono influenzare negativamente la salute del cavo orale e quindi dei nostri denti. Una di queste, per esempio, può essere la Bulimia. Cosa succede nello specifico? Con il passare del tempo, la salita involontaria e regolare dei succhi gastrici che attraversano la bocca, può corrodere lo smalto e portare all’erosione dentale. I sintomi sono abbastanza evidenti: denti più gialli, smalto quasi trasparente, aumento della sensibilità al caldo e al freddo ( in quanto la polpa dentale è scoperta).

In questi casi, prima di rivolgersi al proprio dentista, è necessario affrontare l’origine del problema. Prima di tutto, quindi, è importante consultare un gastroenterologo, per porre rimedio al reflusso gastroesofageo e impedire la risalita di succhi acidi all’interno della bocca.







2018, dicembre 7

Cos’è il tartaro? ...

Cos'è il tartaro? È l'insieme di cellule morte e residui di cibo che si depositano sui nostri...

2018, dicembre 4

La carie dentale...

La carie dentale è un'infezione a decorso estremamente lento, innescata dall'attacco di alcuni...