Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Studi Mazzei & Partners

Filo interdentale: a cosa serve e come si usa correttamente



Oramai è piuttosto risaputo che una corretta igiene orale richieda un utilizzo adeguato e costante del filo interdentale. Questo strumento è oramai indispensabile per la pulizia della placca e di residui di cibo nello spazio tra un dente e l’altro, laddove è difficile arrivare con il solo uso dello spazzolino. Nello specifico, è fondamentale per soggetti che hanno spazi interdentali molto stretti o denti sovrapposti che non permettono una buona pulizia. Ma qual è l’uso corretto del filo interdentale?

A cosa serve il filo interdentale?

Come già detto, il filo interdentale è uno strumento che assicura la pulizia degli spazi tra un dente e l’altro, eliminando residui di cibo e placca grazie ad una struttura di sottili fibre di nylon. Come è risaputo, deve sempre essere utilizzato in associazione a spazzolino, dentifricio e colluttorio, elementi fondamentali per una corretta igiene orale. A seconda delle vostre esigenze, avrete la possibilità di scegliere tra diversi tipi di filo: a nastro, cerato o non, per ponti e per impianti dentali.

Consigli per un corretto uso del filo interdentale

Assicurato che il filo interdentale è di fondamentale importanza nel mantenimento di una corretta igiene orale, resta da chiedersi “come usarlo nel modo corretto?”. Ecco allora qualche consiglio utile per garantire un utilizzo ideale di questo strumento:

  • Il filo interdentale deve essere utilizzato una volta al giorno, preferibilmente la sera. Resta da chiarire se passare il filo tra i denti prima o dopo la spazzolatura. Alcuni ritengono che sia importante utilizzare il filo prima di lavare i denti, affinché i principi del dentifricio possano agire in profondità, mentre altri sostengono che si debba passare dopo, in modo che il filo possa rimuovere solo gli ultimi residui rimasti.
  • Per utilizzare al meglio il filo interdentale, è bene seguire alcuni passaggi semplici e pratici. Anzitutto, tagliate un segmento di circa 30/40 cm e cercate di realizzare un piccolo cappio, chiudendo le estremità con un nodino. A questo punto, premete leggermente il filo all’interno della fessura interdentale, muovendolo sù e giù, in modo tale da pulire l’intera superficie del dente. Una volta terminata la pulizia, passate al dente successivo, avendo cura di utilizzare sempre una parte pulita del filo stesso.
  • Una volta terminata la pulizia con il filo interdentale, è bene sciacquarsi la bocca utilizzando un colluttorio, così da assicurarsi una pulizia attenta ed accurata.