Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Studi Mazzei & Partners

Gengivite: come riconoscerla e come curarla



Quante volte vi è capitato di spazzolarvi i denti e vedere piccole tracce di sangue comparire in prossimità delle gengive? Se vi siete trovati spesso in questa situazione, allora è probabile che soffriate di gengiviteuna comune infiammazione alle gengive che, se non curata correttamente, può aggravarsi e degenerare in parodontite. Ma quali sono i sintomi che ci permettono di riconoscere questa patologia? E quali le cure per risolvere il problema ed evitare che questo si ripresenti in futuro?

La gengivite: cos’è e come riconoscerla

Come già detto, la gengivite è un’infiammazione delle gengive, dovuta spesso ad un’infezione batterica legata ad un accumulo di placca, che può essere causato da una cattiva igiene orale o da una pulizia dei denti non eseguita correttamente. Spesso, alcune cattive abitudini come il tabagismo o l’eccessivo consumo di alcool possono favorire l’insorgere della gengivite, così come pure l’azione di alcuni ormoni, motivo per cui spesso questa infiammazione tende a comparire durante la pubertà o la gravidanza.

Chiarite le cause della gengivite, è bene ricordare che questa patologia è facilmente riconoscibile attraverso sintomi ben visibili, quali arrossamento e gonfiore delle gengive, sanguinamento, calore e dolore diffuso. Se vi rendete conto di avere uno di questi sintomi, fareste bene a recarvi subito da uno specialista della parodontologia, così da risolvere immediatamente il problema ed evitare che sfoci in parodontite.

Come curare la gengivite

Per curare e prevenire la gengivite, risulta di fondamentale importanza una corretta igiene orale, cercando di lavarsi i denti dopo ogni pasto ed utilizzando un dentifricio a base di ingredienti naturali, laddove possibile. Ricorrere al dentista per una pulizia dei denti professionale può essere un’ottima soluzione per evitare l’accumulo di placca e tartaro, aiutando così a prevenire l’infiammazione delle gengive.

Ma cosa fare al presentarsi dei sintomi della gengivite? Anzitutto recarsi dal dentista, che cercherà di placare il dolore attraverso la prescrizione di antinfiammatori non steroidei o di acido aceltisalicilico (la tradizionale aspirina, per intenderci). Per chi invece preferisse ricorrere a metodi naturali, le soluzioni sono tante e diverse tra loro:

  • Sciacqui con infusi a base di erbe lenitive quali malva e camomilla, da utilizzare come fossero colluttori
  • Gel di aloe vera, noto per le sue proprietà antinfiammatorie
  • Oil pulling, una pratica che consiste in sciacqui del cavo orale utilizzando olio extravergine di oliva, olio di sesamo o olio di cocco.