Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Il Nostro studio dentistico a Roma è un riconosciuto e rinomato centro di implantologia avanzata. Nello specifico, l’implantologia è quella branca dell’odontoiatria che si occupa della sostituzione dei denti naturali mancanti con impianti in puro titanio, sui quali vengono poi inseriti i denti artificiali.

 

Implantologia avanzata: tutti i trattamenti

 

Lo scopo dell’implantologia non è altro che di creare impianti dentali che fungono da radici artificiali, posizionate nell’osso mascellare o mandibolare per sostituire le radici degli elementi mancanti. L’osso cresce allora a diretto contatto con la superficie implantare integrandosi con essa.

 

I principali vantaggi rispetto a un ponte tradizionale sono:

 

  • il mantenimento dell’integrità dei denti adiacenti la zona edentula
  • il mantenimento dell’osso alveolare in corrispondenza degli elementi sostituiti da impianti, che andrebbe altrimenti incontro a riassorbimento. L’impianto stimola e preserva l’osso allo stesso modo della radice naturale del dente
  • il ripristino della capacità masticatoria, che diventa uguale a quella dei denti naturali, con conseguenti benefici nutrizionali e digestivi.

 

La situazione clinica del singolo paziente va esaminata con cura prima di procedere con questo tipo di trattamento: vanno infatti valutati con attenzione i casi di pazienti affetti da paradontopatia in fase attiva (comunemente conosciuta come “piorrea”), di soggetti che sono soliti fumare più di 10 sigarette al giorno e di tutti quei casi in cui siano presenti patologie sistemiche non controllate farmacologicamente (malattie che coinvolgono tutto l’organismo quali il diabete, malattie del sangue, etc.).

 

Tutte le fasi di un intervento di implantologia

 

Gli interventi di implantologia vengono regolarmente eseguiti in anestesia locale, senza che il paziente avverta alcun dolore. Terminata la fase chirurgica, verranno poi prescritti farmaci analgesici-antinfiammatori in grado di controllare efficacemente l’eventuale insorgenza dei disturbi post-operatori. Il passaggio dall’intervento chirurgico all’inserimento della protesi si articola in due o tre fasi, a seconda del caso clinico:

 

  • Fase 1, gli impianti in titanio vengono inseriti nell’osso mediante un intervento chirurgico, a cui segue un tempo di attesa variabile di circa 3 mesi per permettere all’impianto di osteointegrarsi
  • Fase 2, al termine del periodo di osteointegrazione, con un piccolo intervento eseguito in anestesia locale,  viene applicato un pilastro di guarigione, che affiora dalla superficie della gengiva, all’estremità dell’impianto
  • Fase 3, avvenuta la guarigione della gengiva attorno al pilastro, si procede all’esecuzione del manufatto protesico (cioè del dente artificiale) e alla sua installazione sull’impianto.

 

In alcuni casi, la prima fase prevede il posizionamento dell’impianto e la connessione del pilastro di guarigione o di una corona provvisoria in un unico momento operatorio, per cui dopo l’osteointegrazione si procede direttamente alla fase protesica. È inoltre possibile posizionare la protesi fissa provvisoria nella stessa seduta o il giorno dopo la fase chirurgica (metodica definita “carico immediato”). A ogni modo spetterà solo al chirurgo, terminata l’accurata fase diagnostica che precede l’intervento, a individuare e illustrare quale tipo di operatività (una/due fasi) sia più adatta al singolo caso.