Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

La retrazione gengivale: di cosa si tratta



La retrazione gengivale si verifica quando la gengiva si sposta o si riduce, arretrando. Una delle cause delle gengive che tendono a ritirarsi è un ripetuto scorretto spazzolamento, solitamente con spazzolini con setole troppo dure. Anche se il problema è comune, molte persone non ne risentono, questo perché il processo è lento e graduale. Scopriamo quindi, tutto quello che c’è da sapere sulla retrazione gengivale.

 

Le cause

 

La retrazione gengivale è da collegare, nella maggior parte dei casi, ad alcune abitudini scorrette: come ad esempio uno spazzolamento dal basso verso l’alto oppure in direzione orizzontale e l’utilizzo di uno spazzolino da denti a setole dure. Inoltre, il fumo oppure corpi estranei come piercing o il solo digrignare i denti, possono causare la retrazione delle gengive. Altre potenziali cause di recessione gengivale sono:

  • Abitudine di masticare tabacco;
  • Gengivite;
  • Bruxismo, ovvero la tendenza a serrare e digrignare i denti, soprattutto in momenti di particolare stress e spesso di notte;
  • Disturbi alimentari come, per esempio, la bulimia;
  • Parodontite, malattie ereditarie gengivali o patologie strettamente correlate all’igiene orale;
  • Piercing al labbro o alla lingua che possono sfregare contro le gengive, irritandole.

Queste scorrette abitudini portano ad accentuare il problema. Oltre a rovinare il nostro sorriso, questa particolare patologia, comporta altre spiacevoli conseguenze. A causa dell’esposizione della radice, si manifesta la cosiddetta ipersensibilità dentale:  che provoca fastidio intenso quando si entra in contatto con sostanze troppo calde e/o troppo fredde e con l’azione meccanica dello spazzolino. La conseguenza di denti più sensibili, sarà una scarsa igiene orale e quindi un accumulo di tartaro e placca.

 

 Retrazione gengivale: cura e prevenzione

 

Avere una buona igiene orale e utilizzare una giusta tecnica di spazzolamento, sono gli accorgimenti principali per prevenire le patologie più comuni e la retrazione gengivale. Quando si utilizza uno spazzolino manuale, è importante:

  •  Spazzolare i denti per due minuti: metterci meno tempo significa lasciare sui denti possibili residui di tartaro e rischiare di macchiarli. Inoltre, andare di fretta, comporta uno strofinamento troppo forte, che potrebbe rovinare lo smalto e rendere i denti sensibili.
  • Movimenti dall’alto verso il basso e viceversa: è molto importante muovere lo spazzolino roteando la sua testina dalla gengiva verso i denti (mai al contrario) per rimuovere più placca possibile. Per l’arcata inferiore, invece, si comincia dal basso (sempre dove vi è l’attacco con la gengiva) e si va poi verso l’altro.
  • Non trascurare nessuna zona: essendo una soluzione manuale, assicurati di pulire ogni angolo della bocca, comprese le zone difficili da raggiungere. Lo spazio tra i denti, le gengive e la lingua sono gli spazi più sensibili alla formazione di batteri.

retrazione gengivale

Per esempio, in caso di retrazione delle gengive, è fondamentale scegliere uno spazzolino più delicato, che non vada ad aggravare la situazione già esistente. Infine, oltre la cura quotidiana, è importante recarsi dal proprio dentista di fiducia almeno una volta ogni sei mesi. In ogni caso, sono tre le caratteristiche fondamentali da ricercare in uno spazzolino:

  • Testina piccola: è importante scegliere uno spazzolino che abbia una testina piccola e setole appositamente progettate per raggiungere anche gli angoli più nascosti della bocca
  • Setole morbide: in modo da non aggredire denti e gengive
  • Impugnatura ergonomica: molti spazzolini sono dotati di impugnatura antiscivolo per una maggiore facilità di utilizzo anche quando lo spazzolino è bagnato.

 







2019, Gennaio 8

Scopriamo tre curiosità ...

Scopriamo tre curiosità sui nostri denti: Smalto: il tessuto più duro...

2019, Gennaio 4

Alimenti che fanno bene a...

Quali sono gli alimenti che fanno bene ai denti? Esiste una stretta correlazione tra la nostra...