Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Mal di denti: 11 cose da fare e 6 rimedi naturali



Definizione: cosa è il mal di denti?

Il mal di denti – o odontalgia– è un termine generico per indicare qualsiasi tipo di dolore, gli spasmi e le fitte associate ai denti ed il cavo orale. Il dolore è un campanello d’allarme per segnalare un sintomo di molte affezioni dentarie, come ad esempio la carie, pulpite, ascesso, ecc.

Anche se può apparire come il problema principale da risolvere tramite farmaci e rimedi, il mal di denti è soltanto un sintomo. In base alla sua causa può durare una settimana, 10 giorni o perfino anni nei casi più cronici. Per questo non va solo eliminato il dolore ma bisogna scoprire quale sia la vera causa che non è stata ancora trattata.

“Perché mi fa male il dente?”

Esistono molteplici origini per il mal di denti in base alla sua natura:

  1. Carie: una delle cause più conosciute è la carie. In realtà, nelle prime fasi dello sviluppo della carie non si prova dolore, ma se trascurata nel tempo, avanza nello stadio finale che spesso causa ulteriori complicanze dolorose: pulpite, cisti, granuloma dentale o periapicale, fino alla necrosi totale del dente.
  2. Gengivite: infiammazione delle gengive dovuta all’azione batterica e talvolta favorita da altri fattori di rischio come scarsa igiene orale, gravidanza, stress ecc. rappresenta il primo stadio della malattia parodontale, detta anche parodontite o piorrea.
  3. Ascesso dentale: infezione batterica che causa l’accumulo di pus e rigonfiamento della guancia.
  4. Pericoronite: infiammazione delle gengive che ricoprono il dente del giudizio che resta totalmente o parzialmente incluso nella gengiva.
  5. Alveolite: infiammazione acuta della cavità ossea in cui risiedono le radici dei denti. Una complicanza rara che può insorgere dopo l’estrazione di un dente gravemente compromesso.
  6. Trauma Dentale: dente rotto o scheggiato dovuto ad un incidente, la masticazione di cibi troppo duri.
  7. Ipersensibilità: la percezione dolorosa o pungente può essere scambiata per mal di denti. Spesso l’ipersensibilità dentinale è associata all’assunzione di cibi freddi, caldi, salati, acidi oppure ricchi di zuccheri. Può manifestarsi anche dopo lo sbiancamento dentale ma non rappresenta una complicanza.
  8. Caduta ed eruzione dei denti da latte: la crescita dei denti decidui e la perdita dei denti da latte è spesso motivo di agitazione per i bambini che diventano sensibili all’arrossamento e l’infiammazione delle gengive.
  9. Bruxismo: digrignare involontariamente i denti durante la notte causano lo sfregamento delle arcate dentali che di conseguenza provocano il mal di denti.

 

dolore denti del giudizio

Il Mal di Denti è solo un sintomo…

 

11 Cose da fare in caso di mal di denti

Quando appaiono i primi sintomi di mal di denti i nostri consigli sono:

  1. Prenotare una visita dal vostro dentista di fiducia. Non è possibile auto-diagnosticare le cause del mal di denti senza una visita dentistica professionale. In seguito, il dentista potrà eseguire il trattamento necessario in base all’origine del dolore, che sia una pulizia dei denti, otturazione, devitalizzazione o altre cure. 
  2. Se il dolore è troppo intenso, assumere un farmaco antidolorifico (FANS) a base di ibuprofene (ad esempio brufen) o ketoprofene (ad esempio oki), dopo aver consultato il parere del medico. Ricordiamo che serve soltanto a diminuire il dolore ma non risolverà la causa del mal di denti, che potrebbe insorgere nuovamente.
  3. Prestare più attenzione all’igiene orale quotidiana, lavarsi i denti 2 volte al giorno per almeno 2 minuti, utilizzare con attenzione il filo interdentale o lo scovolino senza irritare le gengive.
  4. Utilizzare dentifricio per denti sensibili e uno spazzolino dalle setole più morbide.
  5. Non masticare chewing gum o caramelle. Possono peggiorare la situazione con lo zucchero contenuto in essi o gli aromi acidi che favoriscono l’erosione dentale.
  6. Evitare sbalzi termici, lavarsi i denti con acqua tiepida e non assumere cibi e bevande bollenti o ghiacciate. Il mal di denti potrebbe peggiorare, specialmente in caso di ipersensibilità.
  7. Non sdraiarsi a letto. Può sembrare strano ma nei casi di pulpite, il dolore ai denti viene accentuato da sdraiati perché aumenta la pressione endocranica.
  8. Non mangiare o bere alimenti ricchi di zuccheri, troppo croccanti o collosi.
  9. Evitare di fumare dato che le sostanze contenute nelle sigarette favoriscono la proliferazione dei batteri.
  10. Non bere alcolici. Indeboliscono il tessuto parodontale e contengono zuccheri e sostanze acide che intaccano lo smalto dei denti.
  11. Se il dolore è associato al gonfiore, appoggiare un impacco freddo sulla guancia per 20 minuti potrebbe intorpidire l’area alleviandone il dolore.

6 rimedi naturali per il mal di denti

Non consigliamo di utilizzare rimedi naturali per curare il mal di denti perché nessun rimedio naturale risulta efficace nel rimuovere tartaro, placca o infiammazioni all’origine del dolore. Tuttavia, per chi preferisce categoricamente l’utilizzo di rimedi naturali in alternativa ai farmaci, vi elenchiamo dei metodi che potrebbero alleviare parzialmente il dolore:

  1. Acqua e sale: l’effetto antisettico potrebbe lenire il dolore se provocato da un ascesso o da una infezione dovuta ai residui di cibo tra i denti. Per provare, basta fare degli sciacqui diluendo 1 cucchiaio di sale in mezzo bicchiere d’acqua tiepida.
  2. Acqua e bicarbonato: grazie alla sua azione antibatterica potrebbe alleviare il dolore dovuto all’accumulo di batteri. Mescolare un cucchiaino di bicarbonato in un bicchiere d’acqua tiepida ed eseguire risciacqui da almeno 20 secondi.
  3. Aglio: un popolare rimedio per il mal di denti, che consiste nel tritare uno spicchio d’aglio e applicarlo sulla parte dolorante, per l’effetto anestetizzante.
  4. Cipolla: come l’aglio, è un rimedio naturale considerato molto efficace contro il mal di denti, specialmente per alleviare il dolore causato da infiammazione alle gengive. Masticare fettine di cipolla cruda.
  5. Chiodi di garofano: in olio essenziale da versare su un batuffolino di cotone ed applicare sul dente dolente. Altri oli essenziali ad azione disinfettante sono la Salvia, Menta e Citronella. In alternativa, si possono preparare degli infusi da utilizzare come “collutorio” per risciacqui o masticare i chiodi di garofano.
  6. Whisky o Rum: non si tratta di bere alcool, ma di un metodo alternativo per sfruttare la funzione anestetica dell’alcool facendo degli sciacqui per un paio di minuti con un bicchierino di superalcolico.

 

alimenti che fanno bene ai denti

Cosa fare per il mal di denti in gravidanza

Durante la gravidanza i disturbi già presenti nel cavo orale possono acutizzarsi e le gengive sono più frequentemente soggette a gonfiori, arrossamenti ed infezioni. A causa dei grandi cambiamenti nel corpo femminile, come il pH orale e il livello degli ormoni, lo sviluppo di infiammazioni, tartaro e carie è facilitato.

In caso di mal di denti durante la gravidanza è consigliato rivolgersi tempestivamente al vostro dentista coordinato con il vostro ginecologo. Bisogna ricordare che:

  • È sconsigliato effettuare una seduta di igiene orale nei primi 4 mesi di gravidanza.
  • Non si possono eseguire radiografie dentali durante la gravidanza a causa dell’esposizione ai raggi.
  • L’anestesia e gli antibiotici vanno utilizzati solamente sotto supervisione del ginecologo.

Come prevenire il mal di denti

Se avete mai provato un forte mal di denti, sapete che “prevenire è meglio che curare”, specialmente in caso di patologie gravi. La maggior parte delle persone rimanda la visita dal dentista per quando proverà un dolore, fastidio o un problema impellente. La verità è che quando si manifesta un sintomo che spinge alla ricerca del dentista, la visita odontoiatrica è già stata rimandata troppo a lungo.

Le nostre raccomandazioni per la prevenzione del mal di denti sono:

  • Visitare regolarmente il dentista ogni 6-12 mesi è consigliata per tutte le età, a partire da circa 3-4 anni di vita.
  • Cura dell’igiene orale quotidiana: lavarsi i denti almeno 2 volte al giorno per circa 2 minuti. Usare il filo interdentale o soluzioni specifiche per la pulizia dei propri denti (collutorio, spazzolino specifico, scovolino).
  • Alimentazione equilibrata, evitare o limitare il consumo di cibi e bevande carichi di zucchero raffinato, fumo, alcolici e caffè.


MAL DI DENTI: DOMANDE E RISPOSTE FREQUENTI

Perché mi fa male il dente?

Ascesso dentale: che cos'è e come si cura

Esistono molte cause per il mal di denti, ma principalmente sono di natura infettiva, come la pulpite, piorrea o un ascesso dentale. Inoltre può essere dovuta alla masticazione di cibi troppo duri. Infine vi sono altre cause naturali come la caduta ed eruzione di denti da latte e denti del giudizio inclusi.

Come far passare i dolori ai denti?

La soluzione più efficace per il mal di denti è andare dal dentista: saprà determinare la causa e trattare la radice del problema. Si possono assumere farmaci antidolorifici (come l’Oki) o il paracetomolo (ad esempio la tachipirina) per chi non può assumere FANS. In ogni caso bisogna chiedere un parere medico.

Quali farmaci prendere per il mal di denti?

I farmaci antinfiammatori a base di ibuprofene (es. brufen) e ketoprofene (es. oki) possono aiutare ad alleviare il mal di denti. I farmaci contenenti il paracetomolo (es. tachipirina) hanno un effetto principalmente antipiretico (regolare la temperatura corporea) invece che analgesico (lenire il dolore) ma possono essere usati in sostituzione in caso di altre controindicazioni (problemi di stomaco, gravidanza, conflitto con altri farmaci). La nostra raccomandazione generale è di assumere il farmaco antidolorifico che usate solitamente perché non ha causato problemi in passato. Tuttavia il primo consiglio in caso di mal di denti è di contattare il proprio dentista per risolvere la causa del dolore e prescrivere il farmaco più adatto a voi.

Come calmare il mal di denti con rimedi naturali?

Alcuni rimedi naturali molto popolari sono risciacqui con acqua e sale, acqua e bicarbonato, impacchi freddi se c’è gonfiore, masticare cipolla cruda, applicare aglio tritato. In genere non consigliamo di utilizzare rimedi naturali per curare il mal di denti perché nessun rimedio naturale risulta efficace nel rimuovere tartaro, placca o infiammazioni all’origine del dolore.

Quanto può durare un mal di denti?

Il mal di denti lieve può essere transitorio e durare meno di due giorni. Se è persistente, può esserci in corso un’infiammazione o infezione e il dolore può durare anche 7 – 10 giorni. Nei casi più cronici il dolore può durare anche anni, specialmente se non viene curata la causa primaria da un odontoiatra o igienista dentale. Dopo un trattamento dal dentista che vi ha prescritto una terapia antibiotica può anche passare in due, tre giorni, se seguita correttamente.

Se siete interessati ad una visita dentistica presso il nostro Studio, troverete tutte le nostre informazioni nei contatti.

Potete provare Dentbot! Il nostro innovativo assistente virtuale risponderà in tempo reale alle vostre esigenze (al meglio delle sue possibilità…).


I nostri social:

Giovanni Mazzei, Laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso la Prima Università degli Studi di Roma con 110/110 e la lode. Esercita l’Attività Libero-Professionale nel proprio Studio in Roma dal 1991. Diplomi di Perfezionamento Post-Universitario (oggi Master) in: Pedodonzia, Implantologia, Malformazioni Cranio-Maxillo-Facciali, Educazione Sanitaria ed Etica Professionale, Ortodontia Bioprogressiva, Chirurgia Orale. Ha frequentato -e in questi poi sempre collaborato in veste di Tutor – diversi studi privati gestiti da Docenti Universitari italiani e stranieri in Roma, Napoli, Ferrara, Modena, Londra, Timisoara, Minsk, Detroit, Pittsburgh, Pechino, Shangai e Città del Messico. Giovanni Mazzei è anche un Giornalista Pubblicista dal 2008, un Imprenditore Turistico dal 1999, del Food e del Wedding e di Eventi Musicali dal 2011. E’ un Agricoltore da sempre. Dal 2010 un dedito e felice Papà.







2018, Agosto 10

Gengivite: come riconosce...

[vc_row][vc_column][vc_column_text] Quante volte vi è capitato di spazzolarvi i denti e vedere...

2017, Maggio 9

Le curiosità che non con...

Oggi vogliamo svelarti alcune curiosità che non conosci su ciò che rende luminoso il nostro...