Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Ortodonzia linguale: tutto quello che c’è da sapere



L’ortodonzia linguale viene utilizzata per correggere la posizione dei denti. Quest’ultima, infatti, migliora l’estetica e le funzionalità della bocca attraverso uno strumento invisibile, applicato sulla faccia linguale dei denti tramite delle placchette di diversi materiali. Per questo è conosciuta anche come ortodonzia invisibile. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere.

 

Le placchette linguali

 

Al giorno d’oggi l’utilizzo dell’apparecchio ortodontico si è ormai diffuso tra tutte le fasce d’età. Per questo motivo, è stato necessario ricreare delle alternative a quello classico,  fisso e in metallo, sopratutto per motivi estetici. Da questa necessità nasce la cosiddetta Ortodonzia linguale o invisibile, che utilizza delle placchette inserite nella parte interna dei denti, evitando così che si vedano.

Queste placchette, si differenziano per diversi materiali: plastica, metallo, ceramica e molti altri. Inoltre, esistono dei modelli fatti su misura per ogni paziente, adattandosi adeguatamente alle parti interne dei denti e permettono di realizzare uno spostamento preciso.

Quali sono i vantaggi dell’ortodonzia linguale? Principalmente, si tratta di un trattamento che migliora l’estetica del sorriso ( rispetto ad un apparecchio tradizionale), è praticamente invisibile agli altri  e riduce il rischio di rovinare lo smalto per la parte vestibolare del dente. Ovviamente con l’utilizzo di un apparecchio di questo tipo, il paziente dovrà prestare una maggiore attenzione alla sua igiene orale e recarsi periodicamente dal proprio dentista di fiducia per controllare la propria situazione.

 

Ortodonzia linguale: diversi casi di utilizzo

 

In quali casi è necessario ricorrere all’ortodonzia linguale? Per migliorare la propria dentatura, l’estetica del sorriso e tutte le patologie relative alla forma e alla posizione dei denti. In particolare, è un trattamento consigliato sui vari tipi di malocclusione: cioè, quando i denti dell’arcata superiore non si allineano in maniera perfetta con quelli dell’arcata inferiore. Questo tipo di patologia può esser causa di disarmonia funzionale o strutturale, tale da ripercuotersi negativamente anche su altre sedi anatomiche. Per questo motivo, quelle di moderata o media entità possono essere corrette con l’ortodonzia linguale. In casi invece più gravi, è richiesto un intervento specifico.







2019, Gennaio 8

La retrazione gengivale: ...

La retrazione gengivale si verifica quando la gengiva si sposta o si riduce,...

2019, Gennaio 8

Scopriamo tre curiosità ...

Scopriamo tre curiosità sui nostri denti: Smalto: il tessuto più duro...