Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

PARODONTOLOGIA – COME CURARE PARODONTITE E GENGIVITE

La parodontologia è la branca dell’odontoiatria che si occupa del parodonto, cioè l’insieme di strutture che circondano il dente, lo mantengono attaccato all’osso e consentono le funzioni del dente. Nello specifico, si tratta di una disciplina che si concentra sulla diagnosi e sulla cura di patologie infiammatorie e degenerative di quest’organo, che rientrano nella definizione di Gengivite e Parodontite. I principali fattori di rischio sono il fumo, diabete ed insufficiente igiene orale, che a lungo andare può portare alla distruzione dei tessuti che circondano i denti e infine alla perdita degli stessi.


COSA SONO GENGIVITE E PARODONTITE


Gengivite

La gengivite è una malattia infiammatoria provocata da batteri, placca e tartaro che colpisce solamente la gengiva. In genere è facilmente diagnosticabile e curabile.

Parodontite o Parodontosi

La Parodontite è una malattia infiammatoria provocata dai microrganismi della placca batterica. Se non trattata, l’infezione procede in profondità con conseguenze piuttosto negative: la gengiva si allontana dal dente creando tasche parodontali in cui i batteri si accumulano, il tessuto osseo si riassorbe allontanandosi dall’infiammazione, e i denti finiscono col perdere supporto e diventare mobili. La Parodontite tende a colpire il 52% dei soggetti oltre i 50 anni e nella sua forma più grave colpisce circa il 35% della popolazione.

La Differenza tra Gengivite e Parodontite

Sono entrambe patologie causate dall’accumulo di placca e tartaro tra i denti e le gengive.

La Gengivite è un’infiammazione transitoria che interessa solo la gengiva. È facile da risolvere e reversibile (non porta danni permanenti). La Gengivite non curata degenera nella Parodontite.

La Parodontite è un’infiammazione profonda dei tessuti di sostegno del dente (Parodonto) e dei tessuti duri. Se l’osso demascellare si è riassorbito allora si tratta di Parodontite. Provoca danni permanenti al tessuto osseo che non si rigenera e può anche causare la caduta prematura dei denti.

Parodontite

GENGIVITE


Cause della Gengivite

La causa principale della gengivite è l’accumulo di placca e tartaro. Altri fattori di rischio sono:

  • insufficiente igiene orale;
  • fumo;
  • diabete;
  • utilizzo di alcuni farmaci;
  • predisposizione genetica;
  • cambiamenti ormonali durante la gravidanza;

Sintomi: Come Identificare la Gengivite

Le gengive sane hanno un colorito rosa e la forma a buccia d’arancia, con una consistenza duro-elastica, non sanguinano allo spazzolamento e formano archi regolari intorno ai denti. I sintomi che possono far sospettare la presenza di un problema gengivale sono del tutto diversi:

  • arrossamento delle gengive;
  • gengive gonfie e di consistenza molle;
  • gengive facilmente sanguinanti in seguito a stimoli modesti, come lo spazzolamento o la masticazione di cibi duri;
  • frequente sensazione di cattivo odore o sapore (Alitosi).

Conseguenze della Gengivite

Se la Gengivite non viene curata correttamente, può aggravarsi e degenerare in Parodontite.

Gengivite: Come si Cura

Nelle fasi iniziali la gengivite è un disturbo lieve che si può risolvere completamente e con facilità rimediando alle gengive arrossate e gonfie. In questo caso, i nostri specialisti di parodontologia propongono una terapia finalizzata ad eliminare la causa della malattia, cioè la placca batterica. Questo si ottiene con idonee tecniche di igiene orale domiciliare:

  • corretto spazzolamento;
  • filo interdentale;
  • colluttorio.

Permettono di eliminare l’infiammazione gengivale e di prevenirne il ritorno.

Una volta che la placca è calcificata, formando il tartaro, l’igiene orale domiciliare non è più sufficiente. Il dentista o igienista dentale procederanno con una o più sedute di igiene orale usando strumenti manuali o a ultrasuoni.

Gengive infiammate: sintomi, cause e rimedi

PARODONTITE / PIORREA


Cause della Parodontite

Le cause principali della Parodontite sono insufficiente igiene orale domestica e mancanza totale di sedute di igiene orale professionale. Non andare dal dentista regolarmente favorisce l’accumulo del tartaro, impedendo la prevenzione della degenerazione della malattia parodontale.

Fattori di Rischio

  • Predisposizione genetica;
  • stile di vita poco sano;
  • insufficiente igiene orale;
  • cattiva alimentazione;
  • diabete scompensato (non controllato);
  • consumo di alcol e fumo.

Diventa allora irrinunciabile non solo il miglioramento dell’igiene orale ma anche di tutti i fattori sopra elencati, che possono ridurre la possibilità di successo delle terapie.

Come identificare i sintomi della malattia Parodontale

La parodontite provoca sintomi a volte scarsi e quindi può progredire e aggravarsi senza quasi accorgersene. Per questo motivo, è fondamentale sottoporsi a visite di controllo periodiche dal dentista in modo tale che possa intervenire tempestivamente. Non bisogna aspettare che compaiano i sintomi tipici della malattia avanzata – la mobilità dei denti, ad esempio – per farsi visitare.


CONSEGUENZE DELLA PARODONTITE


Edentulismo: Perdita Prematura dei Denti

Il tessuto che sostiene i denti si deteriora a causa dell’infiammazione che crea una tasca parodontale. La mancanza di stabilità rende i denti mobili, doloranti e molto vulnerabili a qualsiasi urto.

Parodontite e Malattie Cardiovascolari

La Parodontite è un fattore di rischio per importanti Malattie Cardiovascolari (Infarto, Ictus). Chi soffre di Parodontosi spesso presenta anche problematiche Cardiovascolari, causa numero uno di mortalità in Italia ed Europa. La Federazione Europea di Parodontologia (EFP) e dalla World Heart Federation (WHF) hanno avviato una iniziativa di collaborazione. La campagna educativa Perio & Cardio si impegna ad informare i pazienti che soffrono di malattie Parodontali del maggior rischio di complicanze Cardiovascolari.

Alitosi

L’alito cattivo è uno dei segnali d’allarme della parodontite. Nel 90% dei casi l’alitosi è correlata a disturbi del cavo orale, scarsa igiene orale e stile di vita poco sano. La malattia Parodontale implica una forte presenza di batteri che è anche causa dell’alitosi.


PARODONTOLOGIA – COME CURARE LA PARODONTITE


Detartrasi o Ablazione Tartaro

Uno dei primi trattamenti è la pulizia dei denti professionale (Detta Detartrasi o Ablazione Tartaro) per eliminare il tartaro e la placca batterica. I pazienti parodontopatici solitamente non vanno dal dentista per molti anni e richiedono più di una singola seduta per risanare la bocca.

Curettage Gengivale o Levigature

La levigatura radicolare (o Curettage) serve a rimuovere i depositi di tartaro, placca e tessuto infetto. Il dentista parodontologo usa uno strumento apposito chiamato Curette (da cui il nome Curettage) per raschiare la parete gengivale ed eliminare i tessuti molli della tasca parodontale.

Intervento Parodontale

Se le tasche parodontale sono troppo profonde bisogna ricorrere all’intervento parodontale. Il dentista parodontologo effettua un’incisione sulla gengiva, ripulisce la parte infetta e richiude la ferita. Con l’intervento parodontale è possibile curare completamente la parodontite nella forma più grave, migliorando lo stato di salute orale e generale.

Antibiotici per Parodontite

La terapia antibiotica non cura la Parodontite. Può essere solo usata assieme ad una terapia convenzionale per la rimozione meccanica della placca batterica. Bisogna ricordare che i batteri contenuti nella placca rendono meno efficace l’azione dell’antibiotico.

Parodontite: Rimedi Naturali

Nessun rimedio naturale può curare la Parodontite. È possibile alleggerire i sintomi o velocizzare la guarigione tramite alcune piante medicinali:

  • Avena
  • Betulla
  • Equiseto
  • Finocchio

Ricordiamo che non sostituiscono le cure dentistiche e farmacologiche necessarie per trattare Parodontite e Piorrea.

Endodonzia

I NOSTRI TRATTAMENTI DI PARODONTOLOGIA


Il nostro studio offre ai pazienti il servizio di parodontologia a Roma, al fine di risolvere fastidi e dolori legati all’infiammazione delle gengive. Uno specialista del settore vi aiuterà non solo a risolvere il problema attraverso una serie di trattamenti specifici, ma anche a prevenire l’eventuale ripresentarsi della parodontite, fornendovi consigli utili circa l’igiene orale da seguire nella vostra quotidianità.

Per la cura di gengivite e parodontite, i nostri esperti di parodontologia a Roma offrono trattamenti di tipo chirurgico o non chirurgico, in base allo specifico quadro clinico del paziente.

Inoltre verranno anche corrette le situazioni che possono facilitare la deposizione della placca, per esempio l’eventuale presenza di otturazioni o protesi inadeguate.

Pulizia dei denti professionale: perché è importante farla?