Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Sbiancamento denti a casa: rimedi naturali e soluzioni più efficaci



Sbiancamento denti a casa? È possibile, ma è importante conoscere le cause principali che ingialliscono i nostri denti. Prima di tutto, è un fattore genetico che ci portiamo dietro e dipende dalle nostre abitudini di vita e alimentari. Il fumo, il consumo abituale di alimenti come il caffè ed il tè, contribuiscono all’erosione dentale dello smalto, rendendolo più scuro e meno brillante. Anche l’età può contribuire alla maggiore pigmentazione dei denti.

 

La prima cosa da fare è, quindi, ridurre il consumo di alimenti zuccherati, amidacei e acidi ( come frutti rossi, vino rosso, caffè e bibite gassate) che favoriscono un progressivo ingiallimento della superficie del dente. Inoltre, è importante curare la propria igiene orale: lavare i denti dopo ogni pasto, scegliere lo spazzolino giusto e utilizzare filo interdentale e collutorio. Partendo da questi presupposti, è possibile utilizzare diversi rimedi per lo sbiancamento denti a casa. Vediamo quali.

 

Sbiancamento denti a casa: succo di limone e aceto di mele

 

Avere denti bianchi e brillanti è diventato un obiettivo di molte persone. Il sorriso infatti è il nostro biglietto da visita, è quella parte del corpo che è impossibile nascondere agli altri e che racconta molto di noi stessi. Per questo motivo diventa fondamentale per noi mostrare un sorriso smagliante e, soprattutto, sano. Per farlo è possibile ricorrere ad alcune soluzioni naturali:

 

  1. Il Succo di limone è un ottimo rimedio naturale contro le antiestetiche macchie gialle provocate soprattutto dal fumo, ma anche dal caffè. Si consiglia dunque di bagnare lo spazzolino in un bicchiere di succo di limone e proseguire con lo spazzolamento. Eseguire questo trattamento una volta al mese. Oppure, la scorza di limone può essere strofinata direttamente sui denti.
  2. L’aceto di mele è una fonte di pectina, enzimi naturali e minerali come il ferro, il calcio, il potassio e il magnesio, tutte sostanze necessarie per mantenere i denti forti. È essenziale per chi vuole provare lo sbiancamento denti a casa, in quanto, riesce a combattere la formazione delle macchie lasciate dal cibo e dal tartaro.

 

Altri rimedi naturali per avere denti più bianchi

 

Vediamo altri rimedi naturali per effettuare lo sbiancamento denti a casa. Uno di questi è il carbone vegetale utilizzato come dentifricio: quest’ultimo è conosciuto per avere un forte potere sbiancante. Infatti, una delle caratteristiche più interessanti di questa sostanza è la capacità assorbente, cioè di attrarre a sé microbi, tossine e sostanze con cui viene a contatto. Questo tipo di dentifricio è acquistabile in molte farmacie, supermercati ed erboristerie.

 

Un’altra soluzione  riguarda la salvia, un’erba che può essere strofinata direttamente sulla superficie dentale. Essa è un noto rimedio popolare per ottenere denti più bianchi, donando lucentezza e splendore al proprio sorriso. Infine, anche la curcuma è una spezia conosciuta per le sue molteplici proprietà benefiche ( antiossidanti e antitumorali), alcune delle quali, fondamentali per lo sbiancamento denti a casa. Aggiungendo un pò di acqua, si formerà una pasta da spalmare direttamente sui denti.

 

Questi, sono alcuni dei metodi più efficaci e del tutto naturali che possono essere utilizzati per avere un sorriso smagliante e sano. Ovviamente, non risolvono il problema dell’erosione dello smalto e non saranno mai all’altezza di uno sbiancamento dentale effettuato da un professionista del settore. Il consiglio quindi, è di inglobare queste soluzioni naturali nella propria routine quotidiana, ma senza sostituirle alle cure di un dentista.

 

Sbiancamento denti a casa: soluzioni fai da te

 

Oggi sono veramente tante le soluzioni per ridare luce al proprio sorriso. Oltre i rimedi naturali, esistono in commercio dei veri e propri kit per lo sbiancamento denti a casa. Quest’ultimi, contengono un bite di silicone morbido sul quale andrà applicato un gel sbiancante; una volta posizionato il bite sui denti si dovrà aspettare circa mezz’ora per poter vedere i primi risultati.

 

Un altro tipo di kit, più economico rispetto al primo, è quello che contiene gel sbiancante e un bite con luce a led. Funziona più o meno allo stesso modo, dopo aver steso uno strato uniforme di gel sui denti, basterà mordere il bite e accendete la luce. Ovviamente, questo sistema dovrà essere eseguito periodicamente per avere dei risultati ben visibili. Infine, esistono in commercio altri tipi di soluzioni per rimuovere le macchie anti-estetiche dai nostri denti e avere un sorriso smagliante:

  • Strisce sbiancanti: sono delle piccole strisce trasparenti di gel (composto da perossido di idrogeno o perossido di carbamide) che, posizionate sui denti per circa due ore, riescono a sbiancare a fondo e il risultato può durare anche sei mesi. Non è consigliabile eseguire spesso questo trattamento, in quanto, adottato per lunghi periodi, può rovinare lo smalto dentale.
  • Dentifricio sbiancante: acquistabili in qualsiasi farmacia o supermercato, i risultati non saranno subito visibili. Quest’ultimi infatti, vanno utilizzati con costanza un paio di volte al giorno almeno per un mese, prima di notare una differenza di colore consistente.

È importante sottolineare che queste soluzioni non sono di tipo professionale. Per questo motivo è fondamentale, prima di prendere qualsiasi decisione, recarsi dal proprio dentista di fiducia e analizzare nel dettaglio la propria situazione. Spesso infatti, l’ingiallimento dei denti può derivare da fattori più profondi o da patologie più gravi, che vanno affrontate in uno studio dentistico e per le quali non è consigliabile lo sbiancamento denti a casa.







2018, novembre 12

Bite per bruxismo: tutto ...

Bite per bruxismo (dal greco brýcho, “digrigno i denti”): parliamo di un apparecchio...

2018, novembre 6

Sbiancamento denti con la...

Lo sbiancamento denti con lampada led è considerato uno dei metodi più efficaci per la cura del...