Sbiancamento dentale: domande e risposte brevi



Home » Categoria » Estetica Dentale » Sbiancamento dentale: domande e risposte brevi

FAQs – Domande Frequenti sullo Sbiancamento Dentale


Cosa si può fare per avere i denti bianchi?

Per avere denti bianchi si può andare dal dentista per lo sbiancamento denti professionale o faccette dentali estetiche (veneers), migliorare l'igiene orale quotidiana o provare a sbiancare i denti a casa con rimedi naturali come il bicarbonato.

Come si fa ad avere i denti bianchi?

La prevenzione è il metodo migliore per avere i denti bianchi.
1) Un'igiene orale quotidiana impeccabile aiuta a mantenere i denti bianchi e sani: lavare i denti 2-3 volte al giorno per 2 minuti, utilizzare il filo interdentale e un dentifricio sbiancante sotto consiglio del dentista.
2) Mantenere uno stile di vita sano - Evitare di fumare ed il consumo eccessivo di caffè, tè, vino e bevande colorate perché macchiano i denti.
3) Andare dal dentista per igiene orale professionale, perché elimina la placca e il tartaro che ingialliscono i denti.

Quanti tipi di sbiancamento esistono?

Esistono diversi tipi di sbiancamento che possono essere riassunti in 3 categorie:

  • Casalingo (fai da te).
  • Professionale in Studio o Centro Odontoiatrico.
  • Professionale domiciliare (inizia in Studio e prosegue da casa).

Nello sbiancamento dentale casalingo rientrano tutti i prodotti sbiancanti che si possono acquistare in farmacia ed applicare da soli, oppure i rimedi naturali che contengono alcuni principi attivi dei prodotti professionali usati in studio. Lo sbiancamento dentale professionale in studio tramite lo sbiancamento a led. Con lo sbiancamento denti domiciliare, si utilizzano mascherine individuali fatte su misura del paziente, applicandole solo la notte.

Qual è il metodo migliore per sbiancare i denti?

Lo sbiancamento dei denti professionale in studio è il metodo più rapido per avere subito denti più bianchi. Lo sbiancamento dentale professionale domiciliare è un metodo più graduale ma duraturo nel tempo. Lo sbiancamento denti fai da te senza supervisione del dentista è sconsigliato per l'inefficacia ed il potenziale danneggiamento o peggioramento della salute orale.

Come si sbiancano i denti dal dentista?

Lo sbiancamento dentale professionale inizia con la detartrasi con Airflow, nota anche come igiene dentale o pulizia dei denti, che può già contribuire a pulire le macchie gialle dovute al tartaro. Il trattamento specifico che si utilizza maggiormente è la tecnica dello sbiancamento a led tramite lampada sbiancante. Con lo sbiancamento dentale professionale domiciliare, si inizia sempre dalla pulizia dei denti, seguita dalla impronta dentale eseguita in studio. Il paziente può proseguire a casa con mascherine individuali fatte su misura del paziente, iniettandoci il gel sbiancante prescritto dal dentista e applicarle solo la notte.

Cosa non fare dopo lo sbiancamento denti?

Nelle prime 72 ore dopo lo sbiancamento denti non bisogna fumare e bisogna evitare completamente cibi e bevande colorate, perché l’effetto del gel sbiancante rimane attivo per 72 ore, lasciando i minuscoli pori dei denti ancora aperti e vulnerabili ai pigmenti coloranti.

Cosa succede se si fuma dopo lo sbiancamento?

Se si fuma dopo lo sbiancamento si rischia di macchiare fortemente lo smalto e vanificare l'effetto sbiancante, dato che nelle 72 ore successive allo sbiancamento i pori dei denti rimangono aperti e vulnerabili.

Quanto dura nel tempo lo sbiancamento dei denti?

La durata del trattamento può variare da 1 a 4 anni, ma non ha effetto permanente. La durata dipende dal tipo di trattamento e dall'attenzione del paziente a mantenere l'effetto sbiancante. Può essere immediato, se eseguito in studio, si possono vedere dei risultati anche subito dopo la prima seduta. Lo sbiancamento domiciliare professionale è in genere più duraturo, ma bisogna aspettare qualche giorno per avere il massimo risultato. Lo sbiancamento dentale non può sostituire una buona igiene orale quotidiana, far evitare la pulizia dentale ogni 6 mesi, o coprire gli effetti dell’uso eccessivo di fumo, tè, caffè, coca cola o alcolici.

Quanto costa in media lo sbiancamento dei denti?

Possiamo solo fornire un range molto generico e dire che il costo in media dello sbiancamento dei denti può variare dai 300€ ai 600€, in base alla qualità dei materiali, tecnologie e i metodi di chi ci si rivolge. Secondo il codice deontologico non è consentito fornire un esatto listino prezzi delle prestazioni odontoiatriche, ma possiamo comprendere la frustrazione dei nostri utenti che cercano di capire se si tratta di una prestazione che possono permettersi prima di interessarsi troppo.

Quanto costa lo sbiancamento dei denti domiciliare?

Lo sbiancamento professionale domiciliare tramite mascherine ha tendenzialmente un costo minore rispetto allo sbiancamento professionale in studio.

Come sbiancare i denti gialli in modo naturale?

Alcuni metodi utilizzati per sbiancare i denti gialli in modo naturale sono:

  • bere e sciacquare la bocca con acqua dopo i pasti e bevande macchianti (caffè, vino, tè, ecc.);
  • usare il bicarbonato di sodio, lo stesso che viene utilizzato per pulire la verdura;
  • sfregare la scorza di limone sui denti;
  • I rimedi naturali per sbiancare i denti gialli sono sconsigliati perché risultano poco efficaci e potenzialmente dannosi dato che sono abrasivi, riducono il pH orale che favorisce le carie. Inoltre, non possono sostituire la visita dal dentista, non solo per la lucentezza del vostro sorriso, ma anche per la salute dei vostri denti.

Come sbiancare i denti a casa con bicarbonato e limone?

Per sbiancare i denti a casa con bicarbonato e limone spremete delle gocce di limone su un cucchiaino di bicarbonato di sodio e applicate leggermente sui denti sfregando con il dito indice. Infine, sciacquate abbondantemente la bocca. Tuttavia, non è un metodo che consigliamo, da evitarne l'utilizzo prolungato che può causare danni ai denti.


Per approfondimenti

Igienista Dentale. Laureata in Igiene Dentale presso l’università La Sapienza di Roma con la votazione di 110 e lode. Attività di Tirocinio da gennaio 2015 presso il reparto di ortognatodonzia del Policlinico Umberto I di Roma e presso lo Studio dentistico Mazzei & Partners dall’aprile 2011. Ha partecipato a numerosi corsi e congressi in materia di Igiene Orale come Igienista Dentale. Associata AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani) ed UNID (Unione Nazionale Igienisti Dentali) dal 2015 in qualità di socio ordinario. Ha conseguito il diploma di master “Tecnologie avanzate nelle scienze di igiene orale”, presso l’università “La Sapienza” di Roma con la votazione di 110 e lode. Iscritta all’albo degli igienisti dentali presso l’ordine di Roma.







2020, Ottobre 5

Filo interdentale: quando...

  [wpseo_breadcrumb] A cosa serve il filo interdentale Il filo interdentale è uno dei...

2020, Aprile 1

Igiene orale domiciliare:...

Prendersi cura quotidianamente dei propri denti è di fondamentale importanza per non incorrere in...