Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Studi Mazzei & Partners

Sorrisi dal mondo.



Sorrisi dal mondo.

Il sorriso è uguale in tutto il mondo?

Vi siete mai domandati se dall’altra parte del mondo il sorriso venga attivato dalle stesse emozioni? Sembrerebbe, da uno studio condotto dall’Università di Glasgow, che i muscoli facciali che vengono attivati dalle diverse emozioni, cambino sulla base della cultura a cui appartiene chi le prova.

Orientali e occidentali sorridono in modo diverso insomma. La stessa emozione infatti attiva, nell’espressione del viso, muscoli facciali differenti. L’esperimento alla base dello studio citato sopra parte da un campione di 30 persone, metà europei e metà orientali.

I ricercatori hanno così mostrato 4.800 animazioni, ciascuna pensata per suscitare negli spettatori una delle 6 emozioni base, vale a dire felicità, sorpresa, paura, disgusto, rabbia, tristezza. Quindi, hanno registrato e osservato le reazioni alle immagini sui volti degli esaminati.

Secondo gli studiosi, i risultati hanno dimostrato che gli occidentali avrebbero espresso in modo più chiaro, con i movimenti del viso, l’emozione che stavano provando, mentre gli orientali avrebbero avuto espressioni meno facilmente interpretabili.

In particolare, sarebbe emersa una evidente differenza nel modo di sorridere: gli occidentali metterebbero in azione tutti i muscoli del viso, in particolare quelli della bocca, mentre gli orientali si esprimerebbero principalmente con gli occhi. Gli scienziati hanno voluto sottolineare quanto sia importante conoscere queste sfumature della mimica facciale nelle diverse culture se si vogliono evitare incomprensioni nelle relazioni umane e internazionali.

Se dunque vi ritrovate in un bar con un amico asiatico e, per passare il tempo, vi cimentate nel raccontare una simpatica barzelletta, non prendetevela a male se dal volto del vostro interlocutore non trasparirà nessuna parvenza di sorriso! Probabilmente starà sorridendo con gli occhi, dovrete essere voi bravi ad accorgervene e carpire gli impercettibili movimenti del suo sguardo e dei suoi occhi.

Sorridere è naturale, comprendersi lo è un po meno, l’importante è non rinunciare a continuare a conoscere se stessi e gli altri.

il sorriso è contagioso gruppo.