Logo studio dentistico Roma Mazzei,dentista Roma.

MAZZEI

IN ODONTOIATRIA

CARICAMENTO

Urgenze ortodontiche: come risolverle?



Il periodo di emergenza sanitaria che stiamo vivendo ci costringe a rimanere a casa per prevenire i rischi di contagio del virus covid 19. Anche in ambito dentistico ci sono delle limitazioni e vengono assicurate solo quelle prestazioni odontoiatriche definite “inderogabili“, di estrema urgenza. Tra le varie problematiche che possono insorgere ci sono quelle legate agli apparecchi dentali. Si tratta di urgenze ortodontiche: come risolverle?È importante comprendere cosa i pazienti possono fare per poterle risolvere in maniera autonoma senza ricorrere a visite specialistiche in studi dentistici.

Come si possono risolvere problemi legati alle apparecchiature ortodontiche?

I pazienti che indossano apparecchi ortodontici hanno la necessità e il bisogno di correggere i denti o risolvere dei problemi come quello del bruxismoIn base all’entità del problema, vengono scelti apparecchi ortodontici fissi per i problemi più gravi, mobili per problemi più lievi. Di conseguenza, ci può trovare ad affrontare urgenze ortodontiche differenti a seconda della tipologia di apparecchio indossato.

  • Problemi legati ad apparecchi rimovibili: funzionali, allineatori, contenzioni

L’apparecchio rimovibile funzionale agisce sia sulle ossa mascellari che sullo spostamento dei denti. Uno dei problemi che si può presentare è l’incapacità di riuscire ad inserire l’apparecchio in modo corretto. In questo caso si consiglia sempre di inviare una foto al dentista ma comunque di rimuovere l’apparecchio per evitare controindicazioni. Se è stato rotto o smarrito si valuta insieme al dentista le modalità e i tempi per rifarlo.

  • Problemi legati ad apparecchi fissi

Questi dispositivi, a differenza di quelli rimovibili, sono pensati per rimanere sempre sui denti del paziente, durante tutta la giornata e non possono essere rimossi. Sono importantissimi per assicurare l’allineamento dei denti. Sono formati da brackets, placchette che tengono fermo il filo ortodontico. Tra i problemi che possono insorgere ci sono:

  • L’attacco dell’apparecchio  che può staccarsi ed è necessario rimuovere l’estremità del filo.
  • Estremità del filo che punge: si consiglia l’utilizzo della cera ortodontica.
  • Legatura pungente:  in questo caso potete usare la cera ortodontica.
  • Ascesso parodontale in corrispondenza di una banda sui molari si può intervenire con FANS/Paracetamolo o antibiotici sotto prescrizione medica
  • In casi di maschera facciale, trazione extraorale, espansore palatale si consiglia di sospendere per evitare future emergenze.
  • Per gli apparecchi pre-attivati non rimovibili (distalizzatori, propulsoni, mandibolari) elastici si consiglia di tenere sotto controllo il dolore, di inviare una foto ogni 3-6 settimane al dentista e di interrompere, tagliare catenelle e fili elastici.

Quali buone abitudini di igiene orale devono essere necessariamente seguite  nei pazienti con apparecchi ortodontici?

Al di là dei problemi legati agli apparecchi ortodontici che possono presentarsi, per evitare infezioni e malattie gengivali è necessario assicurare una corretta pulizia dell’apparecchio che necessita di particolare attenzione proprio perché la placca può concentrarsi maggiormente vicino ai brackets e i fili dell’apparecchio.

Ecco alcune indicazioni:

1) Sciacquare la bocca con collutorio per eliminare i residui di cibo con uno spazzolino e con un movimento lento che vada a finire fino alle superfici più interne;
2) utilizzare lo scovolino ortodontico per quelle parti di sotto il filo e negli spazi inter dentinali;
3) L’apparecchio mobile va spazzolato e pulito ogni giorno con appositi gel e compresse di pulizia
4) È consigliabile un dentifricio al fluoro;

E voi? Come state affrontando i problemi legati ai vostri apparecchi ortodontici?

Raccontatelo al vostro dentista di fiducia!

Specializzata in Ortodonzia e Gnatologia. Laureata con 110/110 e lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria all'Università degli studi di Bari. Formazione Ortodontica post-universitaria e Specializzazione in clinica Ortognatodontica all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Dottorato di ricerca sulla anatomo-fisiologia delle articolazioni. Abilitazione alla pratica Odontoiatrica dall'Università degli studi di Bari e General Dental Council, nel Regno Unito. Medico interno Policlinico Universitario Agostino Gemelli, Roma. Prestazioni Volontarie: presto la mia collaborazione, occasionalmente ed a titolo assolutamente gratuito, presso scuole elementari/medie inferiori ed istituti d’infanzia per programmi di prevenzione sanitaria ed educazione all’igiene orale.







2020, Luglio 24

Come mai crescono i denti...

I denti storti possono rappresentare un problema estetico causando difficoltà anche nelle...

2018, Dicembre 20

Ortodonzia linguale: tutt...

L'ortodonzia linguale viene utilizzata per correggere la posizione dei denti. Quest'ultima,...